TUBEX è uno shelter per viti riutilizzabile adatto a qualunque contesto viticolo, varietà di vite, clima e suolo.
TUBEX è uno shelter per viti riutilizzabile adatto a qualunque contesto viticolo, varietà di vite, clima e suolo.

Le opzioni per lo smaltimento variano da paese a paese. Si prega di consultare le Raccomandazioni di riciclaggio sulle nostre pagine di Ricerca e Sviluppo.

 

Un vigneto di qualita

Barbatelle di vite

Crescita accelerata

Preparazione del terreno

Assicurarsi che il bordo svasato sia nella parte superiore

Si consiglia di NON inserire il tutore all'INTERNO dello shelter!

Tubex Vine Quill - garantisce fissazione ermetica al terreno

Tubex Vine Standard a Gusbourne

Vite legata lungo il traliccio

Potatura

Applicazione dei trattamenti fitosanitari

Manutenzione manuale della vite

Utilizzo

Le pratiche di coltivazione della vite variano notevolmente non solo da paese a paese, ma anche da regione a regione. Di conseguenza, non possiamo che offrire consigli generici a questo proposito. 

Postime

L'uso di uno shelter non deve pregiudicare le normali procedure di controllo qualità durante la selezione delle viti.

Al fine di operare una scelta oculata, vi consigliamo di discutere con il vostro fornitore.

In particolare, vi suggeriamo di:

  • Assicurarvi che le piante siano esenti da virus, spore fungine e marciumi;
  • Assicurarvi che le piante non siano danneggiate e che il trapianto sia sano:
  • Cercare l’aiuto di un esperto in caso di dubbio.

Si tenga sempre presente che le protezioni shelter per piante di vite non possono rimediare all’errore di postime mal selezionate.

Il momento giusto per l’impianto

L’uso di una protezione shelter per vite si tradurrà in una crescita precoce della pianta, e alcuni viticoltori verranno tentati dall’utilizzare lo shelter due volte in una stessa stagione. Tuttavia, si sconsiglia l'impianto precoce con shelters laddove esista il rischio di geli tardivi, che possono uccidere nuovi germogli.

Un grande vantaggio degli shelter è rappresentato dalla loro capacità di favorire la crescita delle piantagioni più tardive perché:
a) accelerano la crescita 
b) estendono la stagione di crescita.

Preparazione del sito

Una buona preparazione del terreno, che renda il suolo friabile, è essenziale al fine di poter osservare i benefici effetti delle protezioni shelter.

La preparazione del terreno non ha bisogno di concentrarsi particolarmente sul controllo delle infestanti, perchè gli erbicidi possono essere applicati più liberamente dopo l'installazione degli shelter.

Preparazione delle piante e impianto

La rimozione dei germogli dopo l’impianto è spesso eseguita per scoraggiare la crescita laterale. Sebbene la crescita laterale venga minimizzata dallo shelter, non si scoraggia l'eliminazione di 1 o 2 boccioli al di sotto della gemma apicale.

Altri aspetti dell’impianto (la sua profondità, ad esempio) non sono influenzati dall'uso degli shelter.

Metodo di installazione

L’installazione delle protezioni shelter per piante di vite della Tubex dovrebbe essere semplice e veloce. Ci saranno anche notevoli risparmi sul costo del lavoro rispetto ad alcuni prodotti che richiedono una qualche forma di montaggio.

Istruzioni di base per l'installazione di Tubex:

  1. Assicurarsi che lo shelter sia posizionato correttamente, con il bordo svasato in alto. Il bordo svasato riduce il rischio di danneggiamento della pianta quando esce dal tubo (anche se questo non è di solito un grave problema per gli shelter senza bordo svasato).
  2. Si raccomanda che il fondo dello shelter venga infisso saldamente nel terreno. Ciò garantisce la creazione del microclima e impedisce l'accesso del vento all'interno dello shelter, che può causare l'essiccamento delle foglie di vite. La ritenzione di acqua e umidità all'interno dello shelter è estremamente importante, e può essere ottenuta riducendo la circolazione dell'aria attorno alla pianta.
  3. Assicurare che lo shelter sia adeguatamente fissato (vedi sotto).

Vengono utilizzati vari metodi per dare sostegno strutturale allo shelter, tra cui:

  1. Libera installazione, spingendo lo shelter nel terreno oppure coprendolo di terra (o entrambi). L’efficacia di questo metodo viene ovviamente influenzata dalla friabilità del terreno. Tubex Vine Quill rende questo metodo più facile. Nei siti dove c'è vento o che sono esposti, gli shelter potrebbero funzionare meglio in un meccanismo più consistente di fissaggio.
  2. Collegamento dello shelter a un picchetto di supporto. Ciò può essere ottenuto attraverso: a)l’inserimento del picchetto in un buco già esistente nello shelter; b) l’attecchimento al fuori dello shelter con dispositivi di fissaggio; c)l’inserimento del picchetto all'interno dello shelter. Questo metodo ci convince poco, in quanto riduce lo spazio della pianta all'interno dello shelter.
  3. Attecchimento al traliccio, utilizzando vari dispositivi di fissaggio.

Potatura e legatura della vite

La potatura all’interno dello shelter non dovrebbe essere necessaria, ma può essere eseguita sollevando (se la struttura è chiusa) o aprendo (nel caso di strutture apribili) lo shelter. Se la vite è già stata collegata al filo traliccio, questa deve venire slegata prima di procedere al sollevamento di uno shelter a struttura chiusa.

Ciascuno shelter a struttura apribile possiede un livello di facilità d'uso diverso. I prodotti tipo cerniera si aprono bene, ma diventano deboli se vengono aperti troppo spesso. Le protezioni a struttura avvolgibile devono essere aperte con cautela al fine di garantire che la “spina dorsale” del prodotto non venga danneggiata. I prodotti in polietilene, come Clipper Tubex, sono facili da aprire.

Quando si effettua la reinstallazione della protezione shelter, si consiglia di infiggere il tubo in modo tale da sigillarlo all’interno del suolo, spingendo lo shelter nel suolo o coprendolo di terra.
La legatura al filo non dovrebbe essere influenzata dall’uso degli shelter. Ricordate che nessuna forma di conduzione da terra al filo traliccio è necessaria - tale funzione è stata realizzata con lo shelter. 

Controllo delle erbe infestanti

Le misure di controllo delle infestanti variano notevolmente e comprendono il controllo manuale di base, il controllo meccanizzato, gli erbicidi nebulizzati, o una combinazione di questi.

L'altezza dello shelter può variare dagli 0,4m agli 0,6m se si considera esclusivamente l'efficacia del controllo delle infestanti. L'altezza dell’atomizzatore spray è decisiva. La maggior parte dei nostri clienti utilizzano i shelter con altezza di 0,4m che pensano sia sufficiente, ma è consigliabile almeno 0,5 m di altezza per una maggiore sicurezza.

Il controllo manuale delle erbe infestanti che potrebbero crescere all'interno dello shelter può essere facilmente eseguito alzando la protezione shelter e rimuovendo le malerbe. Questo è ovviamente più difficile se lo shelter è stato sotterrato in profondità e se il terreno è diventato compatto. In questi casi, è meglio assicurarsi che la protezione shelter venga fissata sia a un picchetto, con dispositivi sganciabili (legature), che per attaccamento al filo traliccio.

Talvolta è possibile ricorrere anche al diserbo meccanico e lo shelter (se solido e resistente) offre alle viti una buona protezione contro le macchine che non sanno distinguere tra piante ed erbacce.

Irrigazione

La protezione shelter aiuta a trattenere più acqua nell'aria e nel terreno attorno alla vite, così i metodi di irrigazione possono essere modificati (ridotti) di conseguenza.

La portata di questo dipende ovviamente dalle condizioni locali e richiede un monitoraggio. Molti coltivatori combinano l'uso degli shelter con la pacciamatura ma, ancora una volta, l'efficacia di questo dipende dalle condizioni e dalle esigenze locali.

Smontaggio

Quando la vite affiorerà dallo shelter, avrà bisogno di acclimatarsi alle nuove condizioni. Capita spesso che le foglie all'interno dello shelter cadano dopo essere spuntate. Per questo motivo è importante non rimuovere lo shelter fino a quando non ci sono almeno 4 foglie completamente aperte al di fuori dello shelter.

Alcuni viticoltori mantengono i propri shelter per più di una stagione. Questo dipende dalle condizioni locali e dal livello di crescita della vite. Comunque, se esiste il rischio di geli tardivi nella seconda stagione, consigliamo di rimuovere lo shelter dopo la prima stagione.

Nel caso in cui si decida di riutilizzare gli shelter, è necessario prima assicurarsi che le foglie e gli altri detriti vengano rimossi dall'interno degli shelter.

..